Roma. Convegno su “Progetto Europeo “CIVITAS: un Modello d’Accoglienza Partecipata” “

0
154

Agenpress – E’ stato presentato a Roma, presso la Biblioteca Nazionale Centrale, il Progetto Europeo “CIVITAS: un Modello d’Accoglienza Partecipata” a valere sul Programma Comunitario Europa per i Cittadini” (Misura: Gemellaggi fra Città). Il Progetto, selezionato e finanziato dall’Agenzia Esecutiva per l’Educazione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA) della Commissione Europea avente lo scopo di rendere l’U.E. più vicina ai Cittadini.

La Proposta di Progetto è stata messa a punto dal Dott. Luigi A. Dell’Aquila (titolare dello Studio di Consulenza e FormazioneKnowledge Management & Intellectual Capital” in materia di Finanziamenti, Programmi e Progetti Europei), coadiuvato dal Team di Euro-Progettazione costituito al termine di un recente Corso Pratico ed Interattivo in materia tenutosi a Lamezia Terme.

Su invito ufficiale del Punto di Contatto Nazionale, per l’Italia, del Programma menzionato l’Esperto in Euro-Progettazione, Dell’Aquila, ha illustrato i contenuti e gli obiettivi del Progetto al Conferenza NazionaleProgramma Comunitario Europa per i Cittadini: Bandi per Gemellaggi fra Città, Network Europei, Memoria Storica e Integrazione dei Migranti” nel corso della quale si è svolto uno Showcase dei Progetti Vincitori nel 2016.

Il Progetto sarà implementato dal Partenariato Transnazionale guidato dal Comune di Civita (Italia) – nelle vede di Capofila e aderente alla Rete degli 10 Comuni calabresi facenti parte dell’AssociazioneI Borghi più Belli d’Italia” – e composto dai seguenti Partner: il Comune di Xanthi (Grecia) e la Fondazione per la Promozione dell’Inclusione Sociale, in rappresentanza del Consiglio Locale di Gezira (Malta).

La Proposta Progettuale – presentata nell’ambito delle Asse 2Impegno Democratico e Partecipazione Civica” del Programma citato – si prefigge l’Obiettivo Generale di “Promuovere la Cittadinanza Europea e migliorare le Condizioni per la Partecipazione Civica Democratica a livello di Unione Europea”, l’Obiettivo Specifico di “Incoraggiare la Partecipazione Democratica e Civica dei Cittadini a livello di Unione Europea, permettendo ai Cittadini di comprendere meglio il Processo di Elaborazione delle Politiche Comunitarie, e creare le Condizioni adeguate per favorire l’Impegno Sociale, il Dialogo Interculturale e il Volontariato” e si colloca nel contesto della Priorità Pluriennale del Programma medesimo volta ad “Evitare la Stigmatizzazione degli Immigrati e costruire delle Contro-Narrazioni al fine di incoraggiare il Dialogo e la Comprensione Reciproca

Lo Scopo ultimo del Progetto è quello di “contribuire alla costruzione di una Cittadinanza Europea basata sul Dialogo Intergenerazionale, offrire possibili soluzioni nella gestione del Fenomeno dell’Immigrazione verso l’Europa, contribuendo, nel contempo, a combattere la stigmatizzazione degli “immigrati” e promuovere il Modello di Accoglienza Partecipata implementato dal Comune di Civita.

Oltre alle diverse Attività preliminari” e “collaterali” da realizzare con il coinvolgimento degli Stakeholders Locali (Studi, Ricerche e Sondaggi inerenti il Tema oggetto della Proposta Progettuale in questione), è programmato un Evento Finale costituito da un Meeting Internazionale che avrà luogo a Civita (CS) – nel periodo tra il 2 e il 5 Giugno 2017 – a cui prenderanno parte delle Delegazioni di Cittadini dei Paesi europei coinvolti e durante il quale si realizzeranno diverse Iniziative, tra le quali, il Workshop dal titolo “La Nuova Accoglienza” e la Presentazione del “Modello di Accoglienza Partecipata” sopra menzionato.

Gli Obiettivi del Progetto sono la promozione del Dialogo Intergenerazionale ed Interculturale e delle Pari Opportunità per tutti – al fine di fornire all’U.E. un contributo alla Sviluppo di una Società Inclusiva e alla Cittadinanza EuropeaAttiva” – e la creazione di un Partenariatostabile” e “duraturo” tra i Comuni e le Organizzazioni aventi sede nei diversi Paesi coinvolti allo scopo di individuare ed attivare ulteriori Forme di Cooperazione nell’ambito dei diversi Programmi Europei dedicati ai diversi Settori interessati dalle Politiche Europee.

Il Progetto, infine, prevede si seguenti Risultati Attesi: 1) coinvolgimento dei Mass Media e degli Stakeholder Locali; 2) acquisizione di esperienza e benefici da parte della Delegazioni inviate dai Partner in merito al Modello di Integrazione Partecipata di Civita; 3) divulgazione del Modello di Integrazione di Civita oltre i Confini Locali; 4) scambio di Buone Prassi sui Modelli di Accoglienza e sui Processi d’Integrazione dei Migranti; 5) coinvolgimento degli Ospiti Stranieri insieme a tutta la Comunità Locale e tutti gli Stakeholder coinvolti.

Tra gli altri, gli ulteriori Progetti presentati dal professionista calabrese sono stati elaborati, a valere sulla scadenza del 1 marzo 2017 della Misura Progetti della Società Civile” del Programma sopra richiamato, con i seguenti titoli tematici: 1) “RUR.SOS – Citizens for European Rural Areas with New Opportunities”; 2) “E-Justice – Europen Justice for Citizens”; 3) “The Basis of Europe’s Future: Gender Equality”; 4) “Marvão European Folk Festival”.

Importante principalmente perché è stato inviato direttamente a te.
Fai clic per insegnare a Gmail che questa conversazione non è importante.

Commenti