Minzolini. Buccarella (M5S). Nonostante la legge Severino, condannati siedono in Parlamento

0
62

Agenpress – “C’è sicuramente un anomalia in questa vicenda.  Non è normale che un giudice debba giudicare un ex avversario politico o un ex compagno di partito. Il giudice membro di questa Corte d’appello è stato addirittura sottosegretario. Non a caso il Senato, con il voto favorevole del M5S, ha votato una proposta di legge che mira proprio ad eliminare questa anomalia. Detto questo, riguardo le dimissioni annunciate da Minzolini, bisogna dire che le dimissioni non sono automatiche, devono essere votate dall’aula. Scommetto che le dimissioni di Minzolini saranno respinte. La concomitanza temporale Lotti-Minzolini sicuramente ci lascia pensare che ci sia stato uno scambio salva Lotti-salva Minzolini, ma è ovviamente è solo un sospetto”.

E’ quanto ha detto il Senatore del M5S Maurizio Buccarella, membro della Commissione Giustizia,  intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus.

Nonostante la legge Severino –ha aggiunto Buccarella- ci sono persone con condanne definitive a piu’ di due anni che oggipossono sedere in Parlamento. Secondo noi questo non è un qualcosa che va incontro alle aspettative degli italiani. La politica non deve aspettare i tribunali, ma deve dotarsi di quelle regole che possono rendere più difficile possibile che le persone che hanno un certificato politico non intonso possano ricoprire cariche politiche”.

 

Commenti