Aversa. De Pasquale (UGL): “Carcere, pericoloso aprire nuovi reparti con pochi agenti”

0
243

Agenpress – Il Segretario Nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria Alessandro De Pasquale, insieme al dirigente nazionale Gennaro Loffreda e al segretario locale Antonio Graziano, nella mattinata di oggi hanno visitato il carcere di Aversa riscontrando personalmente le difficoltà operative e strutturali in cui gli agenti sono costretti ad operare quotidianamente.

“Il passaggio da ospedale psichiatrico a casa di reclusione – dichiara De Pasquale – richiede una struttura più adeguata e più sicura, nonché l’incremento di almeno quaranta unità, tali da poter fronteggiare l’apertura dei nuovi reparti”.

“L’esiguo numero di agenti – continua De Pasquale – non è sufficiente a garantire, nelle forme previste dal regolamento, la copertura di diversi posti di servizio, costringendo i poliziotti ad effettuare lavoro straordinario che, oltretutto, non viene retribuito nei tempi e nella misura adeguata”.

L’amministrazione, nel carcere di Aversa, sta eseguendo la ristrutturazione di nuovi reparti per renderli subito operativi, ma secondo l’Ugl Polizia Penitenziaria, ciò potrebbe essere rischioso se non si procede anche ad un immediato incremento di poliziotti per garantire un minimo di sicurezza.

De Pasquale, nei prossimi giorni, invierà una lettera alle varie autorità politiche e amministrative, per chiedere, a gran voce, che si adottino misure urgenti, tra le quali inviare poliziotti in modo da scongiurare anche eventuali tentativi di evasione che da qualche anno a questa parte, nel sistema penitenziario italiano, sembrano aver preso piede.

Commenti