Brexit. Dal 29 marzo il via ufficiale all’iter per l’uscita dalla Ue

0
542

Agenpress – L’iter della Brexit scatterà il 29 marzo: l’annuncio, secondo la stampa britannica, è stato dato direttamente da Downing Street. In quella data il premier scriverà all’Unione europea per comunicare formalmente il ritiro, come deciso dal referendum del 23 giugno. Si aprirà così il periodo di due anni previsto dall’articolo 50 del Trattato di Lisbona per l’uscita dal blocco, con i negoziati fra Londra e Bruxelles.

May parlerà ai deputati al termine di una sessione settimanale di domande alla premier alla Camera dei Comuni, che si tiene ogni mercoledì tra le 12 e le 12:30. Secondo Downing Street, il periodo dei negoziati si concluderà con l’uscita del Regno Unito dall’Ue il 29 marzo 2019, quasi tre anni dopo il referendum con cui i britannici hanno scelto la Brexit. Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, risponderà entro 48 ore alla comunicazione formale di Londra. May potrà invocare l’articolo 50 dopo che il Parlamento di Westminster il 13 marzo ha approvato la legge che l’ha autorizzata e dopo l’assenso della regina Elisabetta II.

I leader dei Ventisette terranno un vertice straordinario a Bruxelles per approvare le linee guida negoziali. Il vertice dovrebbe tenersi tra fine aprile e inizio maggio. I ministri degli Affari europei dei Ventisette, riuniti nel cosiddetto Consiglio Affari generali, si incontreranno per elaborare le “direttive negoziali” nelle settimane successive al vertice. Si tratterà di un documento molto più dettagliato delle linee guida e sarà ampiamente basato sulla raccomandazione della Commissione. Le direttive comprenderanno le tre questioni chiave che la Ue vuole risolvere per prime, preferibilmente entro la fine di quest’anno: il conto che Londra dovrà pagare, le garanzie per i cittadini Ue che vivono nel Regno unito e il confine dell’Irlanda del Nord.

Tra sei e otto settimane dopo l’avvio del processo da parte di Londra, i ministri europei approveranno le direttive negoziali e affideranno formalmente al capo negoziatore per la Brexit della Commissione Ue, Michel Barnier, il mandato ad aprire il negoziato. Solo allora il negoziato inizierà ufficialmente: la data sarà attorno a fine maggio, inizio giugno, quasi un anno dopo il referendum in cui i britannici hanno scelto di abbandonare l’Unione.

Commenti