I Punti Luce di Save the Children per contrastare la povertà educativa

0
117

Agenpress. Con il Punto Luce che verrà inaugurato il 3 aprile a San Luca, sale a 21 la rete di centri ad alta densità educativa attivati da Save the Children in 12 regioni italiane, da quando la campagna “Illuminiamo il Futuro” è stata avviata a maggio 2014: Bari, Brindisi, Catania, Genova, L’Aquila, Gioiosa Ionica, Milano (2 Punti Luce), Napoli (3 Punti Luce), Palermo (2 Punti Luce), Potenza, Roma (2 Punti Luce), Sassari, Scalea, Torino e Venezia.

I Punti Luce sorgono nei quartieri svantaggiati delle città e offrono a bambini e ragazzi tra i 6 e i 16 anni e alle loro famiglie una serie di attività gratuite, tra cui accompagnamento allo studio, laboratori artistici e musicali, attività motorie, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie, educazione alla genitorialità, consulenze pedagogiche, pediatriche e legali.

Nei Punti Luce di Save the Children sono stati finora accolti quasi 10.000 minori e nel solo 2016 circa 7.300 bambini e ragazzi sono stati coinvolti nelle varie attività, di cui 4.300 sono iscritti e frequentano regolarmente i centri.

Commenti