Incidenti stradali. Gibiino (FI). Smartphone tra le principali cause, pedoni sempre più a rischio

0
75

Agenpress – “Il drammatico bollettino di guerra sugli incidenti stradali, fornito quotidianamente dalla cronaca (3428 le vittime nel 2015), evidenzia come le nostre strade rimangano luoghi poco sicuri, in cui perdere la vita è purtroppo cosa frequente, soprattutto quando si è pedoni (3,07 morti ogni 100 incidenti). I dati parziali 2016 confermano la gravità del rischio proprio per i soggetti più deboli, pedoni, motociclisti e ciclisti in primis, con un aumento della mortalità sulle strade extraurbane. Urge intervenire sulle regole, dando immediatamente seguito alla riforma del codice della strada, sulla quale la commissione Lavori Pubblici del Senato ha già fornito il proprio importante contributo”.

Lo dichiara il senatore Vincenzo Gibiino, capogruppo in commissione a Palazzo Madama e correlatore del ddl delega.

“Ora tocca alla Commissione Bilancio e a Palazzo Chigi – prosegue l’esponente azzurro -. Da lunghi mesi attendiamo segnali positivi, che tardano però ad arrivare, con le conseguenze che conosciamo. Sulla strada crescono le infrazioni mortali, legate principalmente all’utilizzo degli smartphone (+30,05 per cento le infrazioni contestate nel 2016 rispetto all’anno precedente), mentre i controlli non sono sufficienti, nonostante lo sforzo encomiabile delle forze dell’ordine. Serve una legislazione aggiornata, che sia effettivamente punitiva per chi trasgredisce e in grado di tutelare la popolazione. La strada può e deve divenire un luogo più sicuro”.

Commenti