Ricomposizioni. La quotidianità del paesaggio urbano e naturale di Silvio Natali A ExpArt di Bibbiena

0
301

Agenpress – Dal 22 aprile al 18 maggio 2017 ExpArt studio&gallery, in via Borghi 80 a Bibbiena (AR), presenta “Ricomposizioni”, personale di Silvio Natali a cura di Silvia Rossi.

L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al mercoledì con orario 15/19, dal giovedì al sabato con orari 9,30/12 e 15/19, o su appuntamento.

 Sabato 22 aprile, dalle ore 17, l’inaugurazione in galleria con l’aperitivo offerto da Bar Le Logge.

LA MOSTRA:

“Ricomposizioni” è il titolo scelto da ExpArt per presentare la mostra personale di Silvio Natali, artista marchigiano dalla singolare cifra stilistica.

Un’opera che scompone, sforma, analizza e infine riassembla con uno sguardo che unisce e mescola una moltitudine di stili e correnti, interpretando in modo innovativo e singolare i soggetti.

Le dense pennellate espressioniste, così racchiuse in recinti di colore ben delineati, creano sgomento e interrogativi. L’approccio apparentemente naïf si contrappone alla sistematicità dell’analisi della forma e della composizione, raccontando con occhi diversi la quotidianità del paesaggio urbano e naturale.

I colori, a tratti acidi, controbattono alle tinte tenui, esaltandone la dimensione concettuale e riflessiva, astraendo il soggetto naturale a puro dinamismo.

La primavera nello spazio espositivo casentinese è dunque scandita da un autore apprezzato a livello nazionale e all’estero per il suo linguaggio distintivo, che attinge con sapienza al passato per dare vita a uno stile pienamente contemporaneo.

L’ARTISTA:

Silvio Natali, classe 1943, è originario di Corridonia (MC).

Autodidatta, espone per la prima volta nel 1986 nel suo paese natale, per poi espandere la propria attività in tutta Italia e in Europa, fino ad arrivare negli Stati Uniti e negli Emirati Arabi.

Presente in tutte le principali pubblicazioni del settore, la notorietà del suo lavoro si è espansa a macchia d’olio, imponendosi ben presto all’attenzione degli esperti del settore.

Le opere di Natali sono custodite in importanti collezioni pubbliche e private.

 

Commenti