Genova. Alla “Sala Luoni” dell’Istituto salesiano di Sampierdarena, presentata la V^ edizione del “Forum MGS”

0
393

Agenpress – Ha avuto luogo, dalle ore 12 di mercoledì 26 aprile, presso la “Sala Luoni” dell’istituto salesiano di Sampierdarena, la presentazione del “Forum MGS” alla sua quinta edizione. L’iniziativa del “Forum” è diventata ormai un appuntamento annuale della formazione dei giovani che frequentano gli ambienti salesiani (scuole, oratori, centri professionali, associazioni giovanili) nelle regioni che vanno dalla Liguria al Lazio e inglobano anche la Sardegna. Quest’anno, le tre giornate previste dal programma (dal 29 aprile al 1° maggio compresi) avranno come luogo di riferimento la città di Genova. La scelta non è casuale. Risponde ai contenuti formativi che l’esperienza intende offrire ai giovani partecipanti. Don Daniele Merlini (delegato della pastorale giovanile salesiana del Centro Italia) li ha riassunti nella sua presentazione del Forum. Grazie alla sua posizione affacciata sul mare, Genova vanta un costante e significativo intreccio di popolazioni, culture, eventi, spiritualità, commerci che ne fanno un naturale “laboratorio” di comunicazione umana aperta all’accoglienza, alla solidarietà, all’integrazione. Dinamiche particolarmente vive nel nostro mondo e che spesso ci trovano impreparati a farne occasione di crescita e di promozione integrale. Soprattutto i giovani vanno incoraggiati ad affrontare ampi orizzonti e a superare la tentazione della chiusura entro spazi culturali e relazionali ristretti e soffocanti. Viene naturale pensare a Don Bosco, il santo dei giovani, che proprio a Genova ha condotto ripetute incursioni per attirare l’attenzione sulle prospettive di futuro dei giovani e proprio da Genova ha lanciato una straordinaria impresa missionaria, iniziata nel 1875 verso l’America del Sud e oggi estesa all’interno di oltre 130 Paesi.

Ulteriori interventi hanno precisato i particolari del programma (pubblicati nel sito del Forum MGS) e lo svolgimento delle tre giornate, ricche di percorsi nel centro storico della città, nelle visite a Musei e luoghi densi di memorie e suggestioni sui temi delle migrazioni e degli incontri fra diverse culture. Attenzione è stata data anche alle testimonianze, agli incontri con personalità significative nell’ambito politico ed ecclesiale e alle esperienze di comunicazione familiari al mondo giovanile.

Un saluto è stato offerto anche dall’assessore alle politiche giovanili della Regione Liguria, Ilaria Cavo, che ha voluto sottolineare come l’iniziativa del Forum MGS porterà una scossa benefica al nostro territorio, spesso rappresentato come ambiente invecchiato, rassegnato, ripetitivo, privo di slancio. Un’ondata di presenza e di entusiasmo giovanile non può che configurarsi come opportunità positiva.  Sottolineatura ripresa anche dall’assessore del Comune di Genova, Pino Boero, che ha dato risalto anche alla storia di formazione dei giovani anche nell’ambito del lavoro e dell’impegno professionale che l’opera di Don Bosco ha sempre mantenuto a livello qualitativamente alto nella vita della città di Genova.

Hanno fatto da affascinante cornice le proiezioni di diversi filmati, prodotti dagli stessi gevoni che parteciperanno al Forum e che hanno interpretato, in modo professionalmente ammirevole, un loro sguardo sugli tinerari nella città di Genova e sulle precedenti edizioni dei Forum MGS dell’Italia Centrale.

Commenti