Maximulta Facebook. Codacons: sanzione giusta

0
378

Agenpress. Una sanzione giusta che lancia un messaggio importantissimo: i colossi del web devono sottostare alle regole e non possono utilizzare il loro immenso potere per fare i furbi.

Lo afferma il Codacons, commentando la multa da 110 milioni di euro inflitta a Facebook dalla Commissione Ue per aver fornito informazioni fuorvianti nel momento dell’acquisto di Whatsapp.

“Ancora una volta le società dei social network tentano di violare le regole, ricevendo in cambio una sanzione per i loro comportamenti scorretti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Solo pochi giorni fa l’Antitrust italiano aveva multato WhatsApp per gli inganni perpetrati agli utenti circa la condivisione dei dati con Facebook.

Chiediamo ora alla Commissione Ue di indagare anche su un altro aspetto critico del social network: la carenza di interventi da parte della società di Zuckerberg contro i gruppi su Fb che incitano all’odio e alla violenza contro donne, gay e disabili; gruppi che hanno centinaia di migliaia di seguaci e dove i membri scambiano impunemente materiale pedopornografico, già al centro di alcune denunce del Codacons” – conclude Rienzi.

Commenti