Milano. Aggressione Stazione Centrale. LI.SI.PO. La situazione sta sfuggendo di mano. Sospendere la “Marcia per i migranti”

0
332

Agenpress – L’immigrazione si sta trasformando in una vera e propria invasione e lo Stato sembra inerte ed inerme di fronte alla crescente arroganza di una notevole percentuale di migranti accolti nel nostro Paese. Ogni giorno si verificano episodi delinquenziali che vedono protagonisti degli “ospiti” e questo desta allarme fra i cittadini ed ha un impatto negativo sull’ordine e sulla sicurezza pubblica nel nostro Paese.

In talune zone, anche per la notevole concentrazione di migranti si è creata una situazione di incertezza e di paura: stupri, furti, rapine, violenze di ogni tipo e genere, sono di un frequenza tale da suscitare indignazione fra i cittadini. Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), ha dichiarato il Presidente Nazionale Antonio de Lieto, sottolinea che da ultimo, a Milano, nella stazione centrale,  uno straniero non ha esitato ad accoltellare un militare ed un poliziotto che gli avevano chiesto i documenti. Il LI.SI.PO.- ha concluso de Lieto – nell’esprimere solidarietà ai feriti, ritiene che la “marcia per i migranti” programmata per domani dovrebbe essere quantomeno rinviata.

Commenti