Usa. Trump contro le fake news. Si sottoporrà a visita. May: “non ha alcun problema mentale”

593

Agenpress –  “Ho dovuto affrontare le Fake News sin dal primo giorno in cui ho annunciato che avrei corso per la presidenza. Ora devo affrontare un Fake Book, scritto da un autore totalmente screditato. Ronald Reagan ha avuto lo stesso problema e lo ha gestito bene. Anch’io!”.

Donald Trump torna ad attaccare su Twitter ‘Fire and fury’, il libro che hanno in discussione che le sue facoltà mentali del presidente.

Anche ieri difendendo su Twitter la sua stabilità mentale, aveva citato la vicenda di Reagan, evocando indirettamente le speculazioni durante il suo secondo mandato sull’alzhemeir che lo aveva colpito. Il suo predecessore rivelò la malattia solo cinque anni dopo aver lasciato la Casa Bianca.

Secondo quanto annunciato il 7 dicembre dalla portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders,  Trump sarà esaminato nei prossimi mesi dai medici del Walter Reed National Military Medical Center e i risultati delle visite saranno resi noti, così come hanno fatto  “quasi tutti i presidenti”.

Dello stato di salute di Trump ha parlato anche il capo della Cia Mike Pompeo,  difendendone le facoltà mentali.  Trump e’ “completamente idoneo” ad essere il commander in chief. “Questioni come quelle sul suo stato di salute mentale, ha proseguito, arrivano da “persone che semplicemente non hanno accettato che Donald Trump e’ il presidente degli Stati Uniti e mi dispiace per loro”.

In una intervista all Bbc, Theresa May ha affermato che  Trump non ha nessun problema mentale.  “Ho a che fare col presidente Trump. Quello che vedo è qualcuno che è impegnato a prendere decisioni nel miglior interesse degli Stati Uniti”.