Giudici di pace. Sciopero record di un mese. Adesioni superiori al 90%. Oltre un milione di processi a rischio

1181

Agenpress – E’ iniziato oggi lo sciopero record di un mese dei giudici di pace, che si protrarrà sino al 4 febbraio. Le adesioni allo sciopero sono altissime in tutta Italia e superiori al 90%.

Durante lo sciopero i giudici di pace garantiranno solo gli atti urgenti e la tenuta di un’udienza a settimana. Si prevede che a causa dello sciopero saranno rinviati oltre un milione di processi civili e penali.

Manifestiamo stupore per le dichiarazioni del sottosegretario alla giustizia Gennaro Migliore di presunta condivisione della riforma da parte della categoria.

Rammentiamo al sottosegretario Migliore che l’ANM, unico interlocutore del Ministro Orlando e del Governo, non rappresenta nella maniera più assoluta la categoria dei giudici di pace e dei magistrati onorari, alla quale, al contrario, si contrappone apertamente, quanto meno nei suoi attuali organi verticistici.

D’altra parte, le imbarazzanti e incredibili affermazioni del sottosegretario Migliore sono inconfutabilmente contraddette dai fatti, considerato che i giudici di pace ed i magistrati onorari sono in sciopero continuativo ormai da più di un anno, con oltre 80 giorni di udienze rinviate a causa degli scioperi solo nel 2017 ed un crollo di produttività degli uffici giudiziari di primo grado superiore al 30%.

Maria Flora Di Giovanni                        Alberto Rossi

(Presidente Nazionale)                    (Segretario Generale)