Torino. L’ex sindaco Fassino e l’assessore Parigi indagati nell’inchiesta sul Salone del Libro

809

Agenpress – “Nel pomeriggio di oggi ho ricevuto dalla Procura della Repubblica di Torino un avviso di garanzia con riferimento alle indagini sul salone internazionale del libro di Torino. Sono assolutamente sereno, avendo sempre operato nell’interesse della Città di Torino”.

E’ quanto ha scritto Piero Fassino, ex sindaco di Torino,  che risulta indagato dalla Procura nell’inchiesta sul Salone del Libro che ha portato a un avviso di garanzia all’assessore regionale alla Cultura Antonella Parigi. Il filone di indagine che riguarda la Parigi è relativo all’affidamento dell’organizzazione dell’edizione 2015 del Salone e la preparazione del bando di gara del 2016.

Antonella Parigi esprime invece “la propria fiducia nell’operato della magistratura, cui offrirà’ la massima collaborazione”. L’indagine sui conti in rosso del Salone del Libro ha già coinvolto una ventina di persone a partire dall’ex presidente della Fondazione per il Libro, Rolando Picchioni. Tra i vari capitoli dell’inchiesta l’affidamento diretto della manifestazione 2015 a Gl Events, e la valutazione del marchio.