On. Pellegrino (LeU – SI): grave pagamento Naspi a fine mese. Poletti intervenga su Inps

10801

Agenpress. Da alcuni giorni presso la sede INPS di Gallipoli è comparso un avviso che avvisa la clientela che per verifiche in corso a livello centrale sui conguagli fiscali il pagamento mensile della NASPI, l’indennità mensile di disoccupazione, verrà effettuato a fine gennaio. Un problema enorme per le persone e le famiglie che sulla NASPI contano per poter vivere, mangiare, pagare le bollette. Il rinvio del pagamento a fine mese, quale che sia la ragione, è inaccettabile e ingiusto. Il governo intervenga immediatamente.

Lo denuncia la deputata di Sinistra Italiana ed esponente di Liberi e Uguali Serena Pellegrino che sul caso ha presentato una interrogazione a risposta scritta al ministro del Lavoro Poletti.

Dopo l’approvazione dell’ultima legge di Bilancio, prosegue la parlamentare della Sinistra, l’INPS ha dovuto finalmente predisporre il calendario dei pagamenti per quanto riguarda pensione, cassa integrazione e disoccupazione Naspi dando certezza a chi li percepisce. I pagamenti avverranno sempre al primo giorno bancabile, ovvero il primo giorno del mese in cui sarà possibile effettuare il pagamento. Così dice la norma. Quindi a gennaio 2018 il primo giorno bancabile era il 2 gennaio scorso. Ma così non è stato e questo ha messo in serie difficoltà i tanti che di NASPI vivono. Ho presentato una interrogazione a Poletti per chiedergli se il pagamento della NASPI rinviato a fine gennaio 2018 si stia verificando solo in Puglia o in tutta Italia e come intenda provvedere a sollecitare urgentemente l’INPS a procedere subito ai pagamenti, conclude Pellegrino.