Centrodestra. Meloni. Di Maio come Raggi al cubo. “Reddito bimbo” per dare stabilità alle famiglie

744

Agenpress – “I grillini  sono pari alla sinistra di Renzi e uguali su tutte le questioni centrali, anche se adesso sull’immigrazione sono diventati tutti meloniani. Per questo al centrodestra ho proposto un patto anti-inciucio, che vale tanto per il M5s quanto per il Pd: io il governo con questi non ce lo faccio”.

Lo dice in una intervista al Foglio  la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, secondo la quale “votare Di Maio è votare una Raggi al cubo”.

“Fratelli d’Italia è l’unico partito dell’arco costituzionale che in questa legislatura non s’è mai seduto a trattare con Renzi. Gli altri, compresi i Cinque Stelle quando c’era da aggiustare la legge elettorale, si sono subito accomodati. I cittadini italiani devono sapere che i voti dati a Fratelli d’Italia non finiranno mai da un’altra parte”.

Meloni lancia la sua proposta  “per dare stabilità alle famiglie, il ‘reddito bimbo’: assegno familiare di 400 euro al mese per i primi sei anni di vita di ogni minore a carico. Questa è una cosa realizzabile, altre proposte no, come il reddito di cittadinanza dei grillini: 800 euro al mese per stare a casa. Vuol dire che Di Maio non sa che c’è gente che guadagna 800 euro al mese per lavorare 40 ore la settimana. Significa non conoscere il mercato del lavoro e non aver mai lavorato. Il futuro non è sussidi per tutti, ma più lavoro, perché il lavoro genera dignità”.