UE. Dalla Banca Europea all’Italia oltre 12 mld di euro, 0,72% del Pil, 203 euro a persona

966

Agenpress – L’Italia è il Paese europeo che nel 2017 ha maggiormente beneficiato dei finanziamenti del gruppo Banca europea degli investimenti (Bei e Fei). Il dato emerge dalla relazione annuale sulle attività della Banca, presentata a Bruxelles dal presidente Werner Hoyer.

Di  12,29 miliardi di euro sui 70,25 totali, 6,6 miliardi sono riconducibili al Piano d’investimenti promosso dalla Commissione Ue, il cosiddetto Piano Juncker, e hanno generato investimenti per un totale di 37,21 miliardi.

I 12,29 miliardi di finanziamenti in Italia valgono lo 0,72% del Pil nazionale, cioè 203 euro per abitante. Il 2017 è stato un anno record per il gruppo Bei, che ha approvato in tutto il mondo 901 progetti in totale, il 15% in più rispetto all’anno precedente, per un totale di 78,16 miliardi.

“In media si tratta di progetti più piccoli rispetto al passato, questo significa che stiamo permettendo a sempre più aziende di investire” ha precisato Hoyer. La maggior parte dei finanziamenti, quasi 30 mld, sono andati alle Pmi, 18 mld alla realizzazione di infrastrutture e 16,7 a iniziative legate all’ambiente e quasi 14 mld all’innovazione. Fra i principali investimenti portati avanti dalla Bei ci sono quelli legati al Piano Juncker, che dal momento della sua creazione nel 2015 ha portato alla firma di 717 accordi per 51,3 mld di euro, a loro volta capaci di mobilitare investimenti per quasi 257 mld.