Jobs act. Brunetta (FI). Dati Istat certificano il fallimento della riforma di Renzi

569

Agenpress – “I dati diffusi oggi dall’Istat sul mercato del lavoro evidenziano che si sta preparando la frana del Jobs Act. Altro che ripresa con occupazione. Altro che milione di posti di lavoro”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

“Il mercato del lavoro è fermo da ottobre. Nell’ultimo mese sono precipitati gli occupati (-66mila) e si sono gonfiati gli inattivi (+112mila). Vi sono meno occupati a tempo indeterminato e anche meno occupati a tempo determinato. Solo l’effetto pensioni tiene in piedi il mercato del lavoro e nella fascia 35-49 anni in un anno vi sono stati oltre 200mila occupati in meno. La disoccupazione giovanile resta saldamente oltre il 30 per cento. Le distanze con l’Europa non si riducono (siamo 2 punti peggio della zona euro e 3,5 punti peggio della Europa a 28 in termini di disoccupazione totale; 15 punti percentuali peggio in termini di disoccupazione giovanile) e continuiamo ad essere al quart’ultimo posto con quelli dietro che si stanno avvicinando”.

“A poco servono gli incentivi temporanei che il governo Renzi-Gentiloni continua a somministrare come droga al mercato del lavoro. Anzi, aggravano la malattia. E’ necessario cambiare passo con un forte intervento permanente sul costo del lavoro, una larga riduzione della pressione fiscale, la semplificazione del quadro normativo, abolizione dei contributi per l’apprendistato. E sostenere una crescita più robusta, non quella di questo ridicolo governo che è l’ultima in Europa”.