Polonia, Maullu (FI): “Legge vergognosa, UE intervenga”

788

Agenpress. “È davvero stupefacente che l’Europa abbia assistito senza batter ciglio all’approvazione della legge sull’Olocausto da parte della Polonia: la legge, approvata dal senato polacco, prevede fino a 3 anni di carcere per chiunque osi definire “polacchi” i campi di sterminio nazisti che sorsero in Polonia durante la seconda guerra mondiale.

È un atto vile e vergognoso, un tentativo meschino di cancellare la storia con un rapido colpo di spugna: dalla Polonia ci aspettiamo un passo indietro, perché si tratta di una legge sconsiderata e davvero inopportuna.

I rappresentanti delle istituzioni italiane devono chiedere spiegazioni ai loro omologhi polacchi, e dall’Ue mi aspetto una ferma condanna per quello che, a tutti gli effetti, appare come un maldestro tentativo di inquinare la storia”.