Foibe, Maullu (FI): “Ho presentato risoluzione al Parlamento UE: Giorno del Ricordo sia Europeo oltre che Italiano”

489

Agenpress. “Il dramma degli infoibati d’Istria deve essere ricordato da tutta l’Europa, non soltanto dall’Italia. È per questo che ho lanciato la proposta di istituire il “Giorno del Ricordo” a livello comunitario, per dare modo a ogni cittadino europeo di ricordare il dramma degli italiani massacrati dai comunisti di Tito.

A tal proposito, ho già presentato una proposta di risoluzione al Parlamento europeo, e sono certo che verrà valutata con grande attenzione. La proposta è perfettamente in linea con i valori fondanti dell’Europa, con la carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, e sono convinto che un’iniziativa di questo genere possa condurre a una sensibilizzazione collettiva su una tragedia di cui si parla poco, su un dramma che ha riguardato circa 10mila italiani innocenti”.

Lo afferma Stefano Maullu, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente della Commissione Cultura al Parlamento europeo.


Testo della proposta di risoluzione

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sull’istituzione del “giorno del ricordo” per commemorare le vittime dei massacri delle foibe

Il Parlamento europeo,

–    vista la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, in particolare l’articolo 2, 19

–    visto l’articolo 133 del suo regolamento,

  • considerando la funzione di stabilizzazione svolta dall’UE nel trasformare la maggior parte dell’Europa da un continente di guerra in un continente di pace
  • considerando l’impegno dell’Unione europea a favore della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani
  • ricordando che gli eccidi ai danni della popolazione italiana della Venezia Giulia e della Dalmazia avvenuti durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra, ad opera dei Comitati popolari di liberazione jugoslavi, hanno causato la morte di più di 10.000 cittadini italiani
  1. ritiene che sia opportuno istituire a livello europeo il “giorno del ricordo” per commemorare le vittime dei massacri delle foibe
  1. ritiene di istituire come data il 10 febbraio, quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale