Mezzogiorno. Labriola (FI): “da Governo politiche fallimentari”

818

Agenpress. “Cinque anni di nulla di fatto, con un Mezzogiorno sempre più povero e arretrato, che vede i propri giovani in fuga e le proprie aziende fallire, nonostante la buona volontà dei singoli. Una situazione drammatica che sfugge ad un presidente del Consiglio dei ministri, che invece di parlare di colpevole fallimento del suo esecutivo e di quelli di centrosinistra che lo hanno preceduto, invita la classe politica ad una riflessione sulla questione meridionale.

Gentiloni nasconde la realtà, le promesse di riscatto per il Sud fatte da lui stesso e da Matteo Renzi, invitando a riprendere in mano un nodo che ha lui stesso contribuito a stringere. Ma le bugie, si sa, hanno le gambe corte. Un’immagine a dir poco devastante, quella del nostro Sud, i cui cittadini sono ogni giorno penalizzati nel godimento di alcuni diritti e nell’offerta di servizi, con una Pubblica amministrazione incapace di rispondere alle esigenze del territorio e delle persone.

Il Mezzogiorno deve tornare ad essere attrattivo, garantire benessere alle nuove generazioni, tutela ai deboli. Un benessere che è sintesi virtuosa di lavoro, sicurezza, stabilità. I numeri ben rendono l’idea: il 10 per cento della popolazione del Sud vive in condizioni di povertà assoluta. Un disagio sociale crescente, palpabile, sul quale non è possibile tacere.

Forza Italia ripartirà da qui, dalla ricostruzione di un Mezzogiorno dimenticato, che può rappresentare una risorsa, e non un peso, per il sistema Italia”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia, candidata nel collegio plurinominale 3 in Puglia.