Russia. Mosca chiede agli Usa di non “giocare con il fuoco in Siria e di misurare i propri passi”

618

Agenpress – “Quando la questione riguarda la necessità di preservare la sovranità e l’integrità territoriale, non possiamo che osservare con preoccupazione i tentativi di disintegrare la Siria”.

Lo ha detto il ministro degli Esteri Serghei Lavrov all’apertura della conferenza del Valdai Club la “Russia in Medio Oriente: giocare in tutti i campi”, chiedendo agli Stati Uniti di non giocare col fuoco in Siria e di misurare i propri passi valutando gli interessi del popolo siriano e della regione nel suo complesso.

“Tali preoccupazioni sorgono dopo aver studiato i piani che gli Stati Uniti stanno iniziando a implementare sul terreno, principalmente a est dell’Eufrate. Invito ancora una volta i nostri colleghi americani a non giocare col fuoco e misurare i loro passi non in virtù di vantaggi politici immediati ma piuttosto degli interessi a lungo termine del popolo siriano e di tutti i popoli di questa regione, compresi i curdi”.

Lavrov ha respinto le informazioni di centinaia di mercenari russi uccisi in Siria come tentativi di indulgere in speculazioni sulla guerra. “Le cose che leggiamo di centinaia o persino migliaia di mercenari russi uccisi sono tentativi di indulgere in speculazioni sulla guerra che purtroppo continua in Siria”.