Bagnasco. E’ tramontato il sogno di un’era di benessere di massa

711

Agenpress – “Il sogno di un’era in cui si credeva che qualche goccia di ricchezza, filtrando verso il basso, si traducesse in benessere di massa è tramontato. Questo sogno è tramontato”.

Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei, nell’omelia pronunciata durante la messa celebrata per il 50/0 anniversario della Comunità di Sant’Egidio.

“È quasi paradossale che oggi il disagio si allarga quanto più il progresso sembra crescere e dovrebbe curare mali antichi e assicurare una vita migliore per tutti come il progresso aveva promesso”.

Il cardinale ha affermato che “è documentato che, in un tempo di mercato guidato dal primato della produzione e del profitto più alto possibile, in un regime di assoluta concorrenza – altro mito – è cresciuta una cerchia molto ristretta di super ricchezza e un mare sterminato di povertà e di disagio deluso e risentito. E il risentimento si percepisce”.

“Se guardiamo al mondo occidentale, i grandi mali di ogni società miseria, ignoranza, lavoro, malattia, non sono ancora stati superati. Anzi: alcuni sono riapparsi o addirittura cresciuti.

“Il povero del Vangelo  è di natura sua un dissidente rispetto alla cultura dominante che ci convince a spendere soldi che non abbiamo, per procurarci cose che non ci servono, per fare una impressione che non durerà, su gente a cui non importa nulla di noi”.