Treni, AD Ferrovie Mazzoncini: “Fatti degli errori, chiediamo scusa”

1040

Agenpress. Le scuse dell’Amministratore Delegato di Ferrovie, Renato Mazzoncini, relative al caos che ha colpito i trasporti ferroviari non sono accettate dagli utenti e vengono rispedite al mittente. Lo afferma il Codacons, unica associazione dei consumatori in Italia ad aver avviato una battaglia legale contro i gestori ferroviari per i disagi arrecati ai passeggeri.

“Troppo comodo pensare di cavarsela con delle scuse, tardive e fuori luogo – afferma il presidente Carlo Rienzi – Se davvero Mazzoncini ha a cuore gli interessi degli utenti, disponga risarcimenti monetari in favore dei viaggiatori coinvolti nelle odissee ferroviarie delle scorse ore. Intanto le Ferrovie dovranno affrontare le indagini della magistratura, a seguito dell’esposto inviato ieri dal Codacons e già arrivato sul tavolo di 104 Procure, in cui si chiede di accertare le responsabilità di Rfi, Trenitalia e Italo in merito ai disservizi sulle rotaie degli ultimi giorni”.

Infine l’associazione fa sapere che già 250 passeggeri hanno scaricato dal sito www.codacons.it il modulo per chiedere il risarcimento danni alle società ferroviarie relativamente ai pesanti ritardi dei treni del 26 febbraio e ai conseguenti disagi subiti.