Embraco. Invitalia. Blocco dei licenziamenti per il 2018. Calenda conferma

829

Agenress – I licenziamenti dei lavoratori dell’Embraco verranno congelati fino a fine anno. Lo ha detto l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, spiegando che la trattativa si sta : “concludendo in modo positivo”. Ci sarà – ha spiegato- il coinvolgimento del fondo di reindustrializzazione del Cipe e l’attivazione di un fondo per evitare la delocalizzazione.
“E’ stato raggiunto l’accordo sulla sospensione dei licenziamenti per avere il tempo di operare sulla reindustrializzazione su cui Embraco e Whirlpool si sono impegnate”,  ha confermato  il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda.

Durante i mesi di “congelamento” dei licenziamenti, si lavorerebbe dunque per la reindustrializzazione del sito. “Il fatto che si prenda tempo per questa soluzione è un’ottima cosa rispetto alla situazione odierna”, ha dichiarato Vito Benevento, responsabile Embraco per la Uilm. “Non ci sarà un verbale di accordo perché hanno proposto il congelamento dei licenziamenti, chiedendoci di accettarli al 30 novembre”, ha sottolineato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.

“C’è una pubblicità della Whirlpool che ha come slogan ‘Senti la differenza’. Noi la differenza la vogliamo sentire nella trattativa al Mise e nella pressione su Embraco perché ritiri i licenziamenti e si apra una pagina nuova”, ha affermato Marco Bentivogli, segretario generale della Fim, aggiungendo: “E’ importante che l’azienda mantenga un pezzo di produzione anche perché, come sappiamo bene, i processi di reindustrializzazione richiedono tempo e investimenti. Ci devono essere opportunità di lavoro e non solo ammortizzatori sociali e sussidi”.

Centinaia di delegati di fabbriche metalmeccaniche torinesi hanno partecipato con i lavoratori dell’Embraco a un’assemblea al Sermig di Torino, organizzata con lo scopo di preparare lo sciopero generale indetto per il 13 marzo. “Avete fatto una battaglia di civiltà, siete stati bravi a portare avanti una vertenza così a lungo. È una battaglia che vinceremo, non ci saranno licenziamenti”, ha detto Palombella ai lavoratori.