Grillo, Casaleggio e Di Maio a Roma. Eletto Vitiello, candidato massone diffidato ad usare il simbolo M5S

727

Agenpress – Beppe Grillo, Davide Casaleggio e Luigi Di Maio: i vertici del M5s sono tutti al quartier generale M5s allestito per attendere lo spoglio dei voti all’hotel Parco dei Principi.

“E’ una bella giornata, nonostante la pioggia”, ha detto Di Maio mentre poco dopo le 10 usciva dalla sua abitazione a Roma dopo il trionfo del M5s. “E’ un dato storico ed è stata un’emozione indescrivibile”, ha aggiunto salendo sull’auto bianca venuta a prenderlo.

“Ringraziamo tutti quelli che ci hanno sostenuto e ci sono stati vicini”, ha poi scritto  su  facebook.

Diffidato dall’uso del simbolo, perché “massone”, l’avvocato Catello Vitiello, è stato eletto alla Camera nel collegio di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. Il “caso” del candidato con un passato in massoneria era esploso l’11 febbraio scorso. In quella occasione, il Movimento diffidò Vitiello dall’uso del simbolo. Fin dalle prime battute. l’avvocato di Castellammare aveva precisato che, in caso di elezione, non si sarebbe dimesso. Sempre Vitiello aveva evidenziato che la sua appartenenza alla massoneria riguardava il passato. Vitiello ha riportato il 46,6% delle preferenze, con 60.324 voti, battendo la candidata di Forza Italia Annalisa Vessella Pisacane, ferma al 30,9%.