Regionali Lazio. Parisi: “E’ tutta colpa di Pirozzi, senza di lui avremmo stravinto. Gasparri dice che non sono un vincente? “

766

Agenpress – “La sconfitta è da attribuire assolutamente a Sergio Pirozzi. Ovviamente se fossimo partiti un mese prima avremmo assorbito anche il problema creato da Pirozzi che probabilmente non si sarebbe candidato. Se non ci fosse stato Pirozzi avremmo stravinto. E’ stata una corsa bellissima perché in un mese abbiamo preso più di 1 milione di voti nonostante tutti dicessero che la distanza che avevamo da Zingaretti sembrava insormontabile. E’ stata una gara bellissima, sono molto contento e sono grato a tutte le persone che hanno lavorato, è stata una bella avventura”.

Lo ha detto Stefano Parisi, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio,  intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, sulla sconfitta alle regionali.

Sulle dichiarazioni rilasciate da Gasparri a Radio Cusano Campus (“Parisi ha preso meno voti delle liste che lo sostenevano, era il candidato sbagliato”). “E’ il centrodestra che ha deciso tardi –ha dichiarato Parisi-. Sicuramente c’era un pezzo di centrodestra che avrebbe preferito Pirozzi, ma non credo che Gasparri sia tra questi. Gasparri ha detto che fra un mese dirà la verità su quello che è successo? Non so quale altra verità abbia da dire. Credo che servirebbe un pochettino di capacità di rendersi conto di cosa è successo in questo mese, se il centrodestra voleva puntare su un altro candidato avrebbe potuto dirlo prima. Le dichiarazioni di Gasparri sono abbastanza stonate rispetto al clima che in questo momento c’è intorno ai risultati”.

Per Zingaretti rebus maggioranza in Consiglio. “Penso che se ha vinto il centrosinistra debba governare il centrosinistra –ha affermato Parisi-. Si troverà un consenso in Consiglio regionale. Ma noi siamo contro qualsiasi tipo di confusione istituzionale. Noi abbiamo un programma totalmente alternativo a quello di Zingaretti, che tra l’altro si è molto spostato a sinistra facendo un accordo con LeU. Non vedo possibilità di contatto. Se poi Zingaretti dovesse decidere di mettere apposto i rifiuti, di fare la Roma-Latina, di cambiare completamente la politica sanitaria, allora potremmo ragionare. Ma certamente saremo all’opposizione in Consiglio”.

Sui risultati delle elezioni politiche. “Sarebbe giusto dare l’incarico al centrodestra nel tentativo di cercare una maggioranza più ampia –ha dichiarato Parisi-. Soprattutto considerando la debacle del centrosinistra, il centrodestra deve farsi carico di una grande responsabilità. Poi c’è un tema più specifico che riguarda una riflessione da fare nell’ambito dell’area liberale e popolare, quella che non fa riferimento alla Lega. Noi di Energie per l’Italia avremmo dovuto far parte della coalizione per portare un contributo che non è stato voluto. Credo che lì ci sia uno spazio importante che il centrodestra nei prossimi anni deve andare a coprire. Noi ci faremo promotori di una riflessione perché alle prossime elezioni quest’area ritrovi una capacità di rappresentanza superiore a quella attuale”.