Salvini. Io candidato premier. Centrodestra compatto, siamo pronti. Non faremo accordi partitici

562

Agenpress – “C’è un parlamento, c’è un candidato premier, il sottoscritto, e c’è un programma che porterà l’Italia fuori dalle sabbie mobili. Chi vuole sostenere questo programma lo accettiamo. Ma non faremo accordi partitici”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, rispondendo ai giornalisti a Milano. “Se verremo chiamati, siamo pronti”.

“Sono contento della compattezza del centrodestra, andremo insieme al Quirinale. Siamo la prima coalizione e siamo la speranza per gli italiani”, ha aggiunto.

“Non entro nelle prerogative del capo dello Stato, che è uomo in grado di rispettare la volontà elettorale e chi ha capacità di governare e chi no”.

“L’Europa deve avere paura? No, semmai gli italiani hanno avuto paura dell’Europa negli anni passati, noi andremo in Europa a cambiare regole che hanno impoverito gli italiani”, ha detto ancora.

“Renzi è vittima della sua arroganza. Peccato, perché c’è una tradizione di sinistra che non vota o che guarda alla Lega e cercheremo di raccogliere queste forze”.

Matteo Salvini con Roberto Maroni e Attilio Fontana, si sono incontrati per festeggiare l’elezione del nuovo presidente della Lombardia. I tre dirigenti leghisti si sono presentati nella piazza interna a Palazzo Lombardia, sede della Giunta, per incontrare i giornalisti. “Con Maroni? Non abbiamo mai litigato alla faccia vostra”, ha replicato Salvini letteralmente assediato dalle telecamere.