Berlusconi. No a nuove elezioni pessimo segnale per la democrazia. Il PD si faccia carico del nuovo governo

480

Agenpress –  “Credo che responsabilità significhi prendere atto del fatto che Salvini è il leader del partito più votato all’interno della coalizione più votata. Significa anche la consapevolezza del fatto che nuove elezioni sarebbero allo stesso tempo un pessimo segnale per la democrazia e una strada probabilmente non risolutiva. Meglio, molto meglio perdere qualche settimana per un buon governo, se possibile, che mesi in una nuova campagna elettorale”.

Lo afferma alla Stampa, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, che invita “anche il Pd” a farsi carico del nuovo governo.

“Lasciare che Salvini conduca le trattative  non esclude cercare delle convergenze con altre forze. Ma sempre nello spirito della lealtà”.

Con la Lega, Berlusconi marca le distanze: “Siamo alleati ma abbiamo valori diversi”, “mai un partito unico” con loro. Per quanto riguarda la composizione del nuovo governo, “non vedo  come la Lega possa collaborare con i Cinque Stelle. Salvini non farà una scelta così in contrasto con i suoi elettori”.

Sulla presidenza delle Camere, Berlusconi avverte che “non ci sono automatismi”, devono essere “figure di garanzia”. Su un’ipotetica riforma della legge elettorale Berlusconi aggiunge: “Non sarei favorevole a un sistema maggioritario. Quello tedesco è il più coerente con la mia idea di democrazia”.