Pedofilia. Meter: “Segnalare ogni traccia di abuso è un impegno senza sosta”

450

Agenpress. «1.000 Report Meter inviati e recapitati  ai Capi di Stato, Ministri, Polizie e autorità competenti, giornalisti in tutto il mondo,  per renderli consapevoli del dramma della pedofilia e della pedo-pornografia online e passare così dalle alleanze delle parole alle alleanza operative.

2 milioni di foto e 1 milione di video (denunciati alle Polizie competenti) rappresentano drammatiche storie di violenze di cui molte autorità non sono minimamente a conoscenza. Il Report 2017 di Meter onlus impone così una chiara e comprovata denuncia delle grandi responsabilità da parte di tutti. L’adescamento, l’abuso, la produzione, la diffusione e l’acquisto del materiale della pedofilia e della pedopornografia è un business in crescita gestito anche dalla criminalità organizzata. E’ inquietante il silenzio e la connivenza dei colossi del web e di tanti Paesi che ancora non hanno una legislazione specifica e non collaborano contro questi crimini. ».

E’ con queste parole che don Fortunato Di Noto, il fondatore e presidente dell’Associazione, ha presentato oggi a Pachino (Sr), presso il Polo Formativo ed Educativo, Il Report 2017 dell’OSMOCOP di Meter (Osservatorio Mondiale contro la pedofilia e pedopornografia) consultabile sul sito www.associazionemeter.org sia nella versione italiana che inglese.