Tra i banchi di scuola italiani il 9,4% sono stranieri. Primi fra tutti la Romania

878
Agenpress. Uno studio del Miur, il ministero dell’istruzione università e ricerca, ha censito il numero degli studenti stranieri nel nostro Paese: sono 826 mila, il 9,4% della popolazione studentesca.
Il Focus è sugli alunni con cittadinanza non italiana nell’anno scolastico 2016-2017.
La Lombardia è la regione con più studentesse e studenti con cittadinanza non italiana (circa 208.000), circa un quarto del totale presente in Italia. La quota minore si registra, invece, in Campania.
Dieci le nazioni più rappresentate, prima fra tutte la Romania (19,2%), seguita da Albania (13,6%), Marocco (12,4%), Cina (6%), Filippine (3,3%), India e Moldavia (rispettivamente 3,1%), Ucraina, Pakistan ed Egitto (tutte al 2,4%).
Il 92,1% ha conseguito la licenza della scuola secondaria di I grado e ha scelto di proseguire gli studi: l’83,2% ha scelto un liceo, un istituto tecnico o professionale, l’8,9% ha scelto un percorso di formazione professionale regionale. Sono quindi 191 mila gli studenti non italiani che frequentano le scuole secondarie di II grado, il 7,1% della popolazione studentesca totale.