16 anni di origine marocchina picchiata e sequestrata dai familiari. Salvata dai carabinieri

800

Agenpress – E’ accaduto nel Reatino nei giorni di Pasqua e Pasquetta, quando una ragazza di 16 anni, di origine marocchina,  è stata aggredita dalla madre che l’aveva trovata in possesso di un pacchetto di sigarette. A scatenare l’ira della donna sarebbe stata anche la precedente richiesta della figlia di poter passare la serata di Pasquetta fuori con delle coetanee. Dopo essere stata ripetutamente picchiata dalla donna, e addirittura colpita con una sedia, la giovane è riuscita a scappare trascorrendo la notte all’aperto.

All’alba il padre e il fratello, allertati dalla madre, l’hanno rintracciata e nuovamente picchiata e rinchiusa nel portabagagli della loro auto per riportarla a casa. Durante il tragitto la ragazzina, temendo il peggio, è riuscita a chiamare i carabinieri e a dare l’allarme, trovandola poi, ferita e molto impaurita, in casa, chiusa in bagno.

Ora la ragazza è stata affidata ai servizi sociali e trasferita in una struttura protetta, mentre i suoi familiari sono stati denunciati in stato di libertà per abuso di mezzi di correzione e disciplina.