Siria. Armi chimiche sui civili. E’ una strage. Trump: “Assad Animale, Russia e Iran complici”

836

Agenpress – Nell’attacco contro l’ultima sacca di resistenza a Douma, le forze lealiste hanno fatto uso di armi chimiche, provocando almeno 100 morti e oltre 500 feriti. Le testimonianze dei volontari, raccolte da al-Jazeera e dalla Bbc, vanno tutte nella stessa direzione: le vittime portano i segni dell’uso di armi chimiche. media governativi siriani, però, negano l’uso di armi chimiche, così come fa il generale russo Yuri Yevtushenko secondo cui “alcuni Paesi occidentali” stanno cercando di impedire la ripresa di un’operazione contro l’Isis a Duma e “a tal fine stanno usano il solito argomento preferito dell’uso di armi chimiche da parte delle forze siriane”.

Yevtushenko ha aggiunto che la Russia era pronta a “inviare specialisti in protezione da radiazioni chimiche e biologiche a Duma dopo la sua liberazione dai combattenti, per raccogliere dati che confermerebbero la natura artificiale di queste accuse”.

I Caschi Bianchi, i soccorritori che operano nelle zone ribelli in Siria, hanno accusato il regime di essere ricorso a “gas tossici” a Douma e hanno fornito, sul loro profilo Twitter, un bilancio contraddittorio, parlando di un numero di vittime compreso tra le 40 e le 70.  In un comunicato congiunto con l’ong sanitaria Sams (Syrian American Medical Society), hanno inoltre riferito di “oltre 500 casi, in maggior parte donne e bambini”, che presentano sintomi “di un’esposizione a un agente chimico”.

Il presidente americano, Donald Trump, ha denunciato “l’insensato attacco chimico” a Duma, che ha fatto “molti morti, incluse donne e bambini”. Nel tweet, l’inquilino della Casa Bianca ha puntato il dito contro “il presidente Putin”: “La Russia e l’Iran sono responsabili per il sostegno all’Animale Assad. Ci sarà un alto prezzo da pagare”. Trump ha quindi esortato ad aprire la zona “immediatamente ai soccorsi e alle verifiche”. “Un altro disastro umanitario senza motivo”, ha concluso.I presidente ha chiesto inoltre “di aprire immediatamente la zona per l’aiuto medico e le verifiche” del caso. Trump ha anche accusato il suo predecessore Barack Obama di non aver rispettato la sua promessa di intervenire contro Assad se avesse usato le armi chimiche: “Se il presidente Obama avesse varcato la sua dichiarata linea rossa (scritta) sulla sabbia, il disastro siriano sarebbe finito molto tempo fa! L’animale Assad sarebbe stato storia!”.