Napoli. Bugie sulla laurea. Studentessa si suicida. Era originaria di Sesto Campano

1349

Agenpress – La ragazza si chiamava Giada Di Filippo, 26 anni,  ed era iscritta alla facoltà di Scienze Naturali. Si è tolta la vita lanciandosi dal tetto dell’edificio, all’interno del complesso universitario di Monte Sant’Angelo a Napoli.  Era di originaria di Sesto Campano.

A Napoli c’erano anche i suoi familiari arrivati per assistere alla discussione della tesi. Che, però, non sarebbe mai avvenuta. Perché Giada era indietro con gli esami e quindi il suo nome non compariva nell’elenco dei laureandi di oggi all’università “Federico II”. Alla vista dei parenti la studentessa ha lasciato il gruppo ed è salita sul tetto di un edificio per poi lanciarsi nel vuoto.

A raccontare la vicenda è il sindaco di Sesto Campano, Luigi Paolone.  “Era una ragazza solare  sempre sorridente, dolce e bellissima. Speciale anche la sua famiglia, il padre, la madre e il fratello. La notizia ha sconvolto tutti poiché un gesto del genere da lei, proprio per il suo carattere, nessuno lo avrebbe mai immaginato. Il fatto di non aver completato gli esami? Anch’io ho appreso questa notizia da fonti non ufficiali. Circola sui giornali, circola in paese. Ma non posso dire che sia vero. Nessuno sa cosa abbia spinto la ragazza a fare quello che ha fatto. Non ho ancora parlato con i suoi genitori. Volevo andare a Napoli, ma ho saputo che probabilmente rientreranno stasera e mi recherò a casa loro”, ha aggiunto il sindaco di Sesto Campano.

Il corpo della ragazza è stato trasferito all’Istituto di Medicina Legale di Napoli per l’autopsia. “Non sappiamo ancora la data in cui l’esame sarà svolto – ha concluso Paolone – ma vi anticipo che per il giorno dei funerali proclameremo il lutto cittadino”.