Istat: 1milione di famiglie senza lavoro, oltre la metà al Sud

581

Agenpress. Una Italia a due velocità, con il nord che nel 2017 vede diminuire il numero delle famiglie senza redditi da lavoro, e il Sud che al contrario registra un allarmante incremento dei nuclei senza occupazione. Lo afferma il Codacons, commentando gli ultimi dati forniti oggi dall’Istat.

“E’ una vera e propria vergogna – commenta il presidente Carlo Rienzi – Più della metà delle famiglie senza lavoro risiede nelle regioni del Sud, dove si registra una crescita annua del 2,2% dei nuclei in tale condizione. Numeri che si riflettono direttamente sul livello di povertà assoluta e relativa che attanaglia chi risiede nel Mezzogiorno, e che continuano a peggiorare di anno in anno”.

“E’ evidente che il Sud Italia rimane abbandonato a se stesso, e la politica ha precise responsabilità in tal senso, poiché poco o nulla è stato fatto per creare posti di lavoro nel Mezzogiorno – prosegue Rienzi – Non è civile un paese che lascia indietro milioni di cittadini e intere regioni, e ci chiediamo quali misure intendano prendere i partiti per risolvere un problema che oramai è una emergenza nazionale”.