Consultazioni. Mattarella, c’è uno stallo. Rifletterò alcuni giorni. Serve un governo urgente

536

Agenpress –  “Dall’andamento delle consultazioni di questi giorni emerge con evidenza che il confronto tra i partiti per dar vita in Parlamento a una maggioranza che sostenga il governo non ha fatto progressi”.

E’ quanto afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine del secondo giro di consultazioni. “Ho fatto presente alle varie forze politiche la necessità per il nostro Paese di avere un governo nella pienezza delle sue funzioni. Le attese dei nostri concittadini, i contrasti nel commercio internazionale, le scadenze importanti e imminenti dell’Ue, l’acuirsi delle tensioni internazionali in aree non lontane dall’Italia, richiedono con urgenza che si sviluppi e si concluda positivamente un confronto tra i partiti per raggiungere quell’obiettivo, quello di avere un governo nella pienezza delle sue funzioni”, spiega il capo dello Stato. Attenderò alcuni giorni trascorsi i quali valuterò in che modo procedere per uscire dallo stallo che si registra”.