Gozi (PD). Martina non è garante di tutti. M5S è un movimento spregiudicato

529

Agenpress – “Martina non è stato garante della posizione di tutti. Ha fatto una fuga in avanti, si è sbilanciato. Proprio per questo è necessaria una verifica in Direzione nazionale che faccia chiarezza, una volta per tutte, sulla posizione ufficiale del Pd”,.

Lo afferma, in due interviste a Corriere della Sera e Mattino, Sandro Gozi, sottosegretario uscente di Palazzo Chigi con delega agli Affari europei,   secondo cui “sull’offerta di Di Maio forse Martina ha accelerato troppo”.

“Alle condizioni di oggi, non credo proprio che in Direzione ci saranno i numeri a favore di un governo coi Cinque Stelle”.

“Non c’è dubbio che si debba dialogare con tutti, visto anche l’impegno di Sergio Mattarella e Roberto Fico. Ma non vedo i presupposti per formare un esecutivo insieme. Un governo Pd-M5S partirebbe zoppo e rischierebbe di cadere al primo incidente”.

“I dieci punti del M5S saranno anche di buon senso. Ma loro sono per abolire il Jobs act? Bene, noi no. Loro sono per l’abolizione della riforma Fornero? Noi no”. Inoltre “c’è un problema di credibilità: sono passati dal No Euro al Sì Euro, dall’addio alla Nato alla fedeltà atlantica. Adesso sostengono che rispetteranno gli impegni europei, il che vuol dire tutto e nulla”.

“Governare significa risolvere gli imprevisti. Quali garanzie ho che alla prima crisi internazionale un movimento così spregiudicato possa tenere sul piano della serietà, responsabilità e interesse nazionale?”.