Orlando (PD). Favorevole al confronto con il M5S, escluso scissione del partito

577

Agenpress –  “Io non penso che il destino del Pd sia appeso a questa scelta. Questa scelta ha una grande importanza ma io credo che questo sia legato un’altra questione e cioè se sappiamo riflettere o meno sull’esito del voto e se a quello sappiamo dare una risposta. Ad oggi non l’abbiamo ancora fatto, un po’ per il caos istituzionale dopo il voto e un po’ perché non si è affrontato tempestivamente questo tema. Per me infatti è stato un errore rinviare l’assemblea del Pd.”.

Lo ha detto il ministro della giustizia Andrea Orlando, favorevole ad accettare l’avvio di un confronto tra il Pd con il M5S, escludendo una scissione all’interno del partito.

“Sono più ottimista. Ho visto un rimescolamento delle carte, ho visto posizioni di renziani ortodossi che sottoscriverei o riserve e dubbi di persone che renziani non sono. Non ci credo e non è auspicabile”.