Esuberi Ilva. Labriola (FI): danno e beffa insieme. Serve nuovo tavolo aperto al territorio

659

Agenpress. “Su Ilva Arcelor Mittal ha gettato la maschera, prevedendo, dopo lunghi mesi di trattative fasulle, ben 5.500 esuberi, un numero addirittura superiore a quello annunciato lo scorso anno.

Danno e beffa che vanno a braccetto, per colpa di una gestione scellerata da parte del governo uscente, di un PD che ha accettato una vendita a carte coperte, estromettendo completamente il territorio, le istituzioni locali e il mondo dell’indotto. A pochi giorni dal 1° maggio a Taranto c’è ben poco da festeggiare.

A breve Forza Italia presenterà una risoluzione alla Camera, con l’obiettivo di dare vita a un nuovo tavolo, risolutivo, per l’Ilva, coinvolgendo tutti gli attori in gioco. Solo un’azione mirata, trasversale e condivisa consentirà di trovare soluzioni virtuose, che prevedano la riconversione lavorativa di coloro che non troveranno più posto nell’acciaieria””, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia.