Salvini a Di Maio. Irresponsabile bloccare il lavoro delle commissioni. Dialogo per le riforme

520

Agenpress –  “Non rispondo a insulti e sciocchezze su soldi e poltrone, per noi lealtà e coerenza valgono più dei ministeri. Voglio dare un governo agli italiani, se i grillini preferiscono litigare lo faremo da soli. Bloccare anche la partenza dei lavori delle commissioni parlamentari è da irresponsabili”.

E’ quanto replica a Luigi di Mario il segretario della Lega e leader del centrodestra Matteo Salvini .

“Sono umilmente a disposizione da oggi pomeriggio, quando e dove si vuole, con chi si vuole, in diretta o non in diretta, a sederci attorno a un tavolo con il M5S partendo dalla riforma delle pensioni, del lavoro, del sistema fiscale, del sistema giudiziario, del sistema scolastico, punto per punti, senza professoroni, per decidere come si fanno queste riforme”.

“Dico oggi a tutte le forze politiche presenti in Parlamento che in attesa della nascita di un Governo, mettiamoci a far lavorare quantomeno le commissioni parlamentari”.

“Se tutte le forze politiche hanno voglia di prendersi la responsabilità, a prescindere dai tempi dettati dal presidente Mattarella, da domani si può cominciare a lavorare affinché tutte le commissioni di Camera e Senato eleggano presidenti e vicepresidenti, comincino a lavorare sui troppi dossier fermi. . Lo dico a Di Maio, lo dico a Renzi, a Grasso, a nome di tutti gli alleati del centrodestra”.

“Faccio un esempio tra i tanti: una normativa seria sulla legittima difesa, sull’eliminazione degli sconti di pena per assassini e stupratori, può essere un lavoro che le commissioni già la settimana prossima tornano a fare”.