Papa: “Trasmettere la fede” non vuol dire “fare proselitismo”

679

Agenpress. “Trasmettere la fede” non vuol dire “fare proselitismo”, “cercare gente che appoggi questa squadra di calcio” o “questo centro culturale”, ma testimoniare con amore. Il Pontefice chiarisce che “la fede non è soltanto la recita del ‘Credo’, ma si esprime in esso.

Papa Bergoglio insiste sulla trasmissione della fede che attraversa le generazioni, dalla nonna alla mamma, in un’aria che profuma di amore. Il proprio credo viaggia non solo con le parole, ma con le “carezze”, con la “tenerezza”, persino “in dialetto”. Nelle parole del Pontefice trovano spazio anche le badanti, quasi delle seconde madri. Straniere o meno, sono sempre più diffusi i casi di badanti che trasmettono la fede con cura, aiutando a crescere.

Dunque, un primo atteggiamento nella trasmissione della fede è sicuramente l’amore; mentre un secondo è la testimonianza. Testimoniare nella vita di tutti i giorni quello in cui si crede ci rende giusti “agli occhi di Dio”, suscitando curiosità in quanti ci circondano.