De Poli difendiamo il lavoro delle maestre. Una sentenza non può spazzare via 55 mila posti

528

Agenpress. Sosteniamo le maestre, che sono state tagliate fuori dal ruolo, da una sentenza del Consiglio di Stato.

A dichiararlo il Senatore Questore UDC  Antonio De Poli, che interviene in merito allo sciopero indetto dalle maestre dei plessi di Camponogara, in Veneto, che dal 30 aprile hanno indetto lo sciopero della fame. Le insegnanti rischiano il licenziamento. Il diploma, non è più sufficiente per entrare nelle graduatorie ad esaurimento. Cosi 55.000 maestre in Italia, rischiano il loro posto di lavoro.

Questa situazione, cosi paradossale, blocca il sistema scolastico gettando sul lastrico chi ha lavorato una vita. Serve un intervento decisivo ed urgente per sanare la situazione.  Il nostro impegno,  portare il tema nell’agenda del prossimo governo.