Governo. Dubbi su Giuseppe Conte, rispunta il nome Di Maio, ma Salvini lo esclude

1033

Agenpress – La figura di Giuseppe Conte è al vaglio di Sergio Mattarella, soprattutto alla luce  delle  notizie di  stampa sul suo curriculum, tanto che già si parla di una sostituzione con, nientemeno, Luigi Di Maio. Nonostante il patto stretto con Salvini, per cui nessuno dei due sarebbe divenuto premier.

Ipotesi che ha fatto arrabbiare Matteo Salvini, per il quale Conte rimane il nome del premier, escludendo in tutti i modi un Di Maio premier.

“Di Maio? Chi l’ha detto? Forse fonti extraparlamentari. Fonti parlamentari dicono che il candidato premier del governo M5s-Lega ‘resta Conte'”, ha detto il senatore M5s Gianluigi Paragone risponde a chi, fuori dalla Camera, lo interpella sull’ipotesi che torni in pista la candidatura alla premiership di Luigi Di Maio.

“Sia Di Maio che Salvini hanno fatto ieri questo nome e si va avanti con questo nome. E’ un nome che le persone hanno votato e sanno che era nella squadra dei ministri, è un nome molto politico”, ha detto Laura Castelli (M5s), a Porta a Porta, rispondendo alla domanda se ci sia un ripensamento sul nome di Giuseppe Conte. All’obiezione che Conte avrebbe poca esperienza e sarebbe solo un esecutore di un contratto redatto da altri, Castelli ha replicato: “E’ Corretta la preoccupazione di Mattarella, ma non può avvenire con una persona come Conte. Conte avrà il voto di un Parlamento che lo ha scelto con un voto. Ha girato il mondo è preparatissimo, non è il grillo parlante di altri”.