Brunetta (FI). Salvini è in un mare di guai. Sì a Cottarelli, per difendere i risparmi

3889

Agenpress – “Questa situazione drammatica è da imputare per intero all’ irresponsabilità di Lega e M5S. Non hanno vinto le elezioni, la maggioranza che hanno cercato di mettere in piedi era illegittima dal punto di vista politico e morale”.

E’ quanto afferma Renato Brunetta, esponenti di Forza Italia, intervistato dalla Stampa, secondo cui “l’indicazione del ministro dell’Economia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: una persona stimabile, con idee anche stimolanti, ma divisivo rispetto alla collocazione internazionale dell’Italia”.

“Salvini è in un mare di guai. Vuole votare? E con chi va alle elezioni? Con noi o col M5S? Ha il dovere di dirlo subito”. Berlusconi, sottolinea, “non si lascia mangiare da nessuno. E con lui ricandidato cambia tutto”.

Nell’immediato, “la figura di Cottarelli, con un governo del Presidente, potrebbe rappresentare la fase di tregua di cui c’è bisogno. E accompagnare il Paese alle urne anche senza la fiducia del Parlamento”.

“Richieste di impeachment per il Capo dello Stato? Questi ragazzi non sanno quello che dicono, forse hanno preso un colpo di sole. Io sto con Mattarella, che ha esercitato le prerogative previste dalla Costituzione”.

Brunetta dice sì a Carlo Cottarelli “per difendere il risparmio dalla speculazione”, e sollecita Matteo Salvini a far sapere con chi si schiererà in caso di ritorno alle urne. Salvini, aggiunge, “voleva una prova di forza. Al Quirinale era già pronto il decreto di nomina a ministro dell’Economia per Giancarlo Giorgetti, uno dei big della Lega. Perché rifiutare? Evidentemente lui e Di Maio volevano dare a questo passaggio un significato eversivo rispetto alla nostra collocazione in Europa. E Mattarella ha fatto bene a opporsi”.