Migranti. Macron elogia l’Italia. Conte: istituire hotspot in Africa

722

Agenpress – “Non dimentichiamo cosa l’Italia ha dovuto subire sul fronte dell’immigrazione. L’Europa è mancata sui migranti e sulla zona euro, su questo abbiamo trovato convergenze. Serve la volontà di agire insieme, la risposta giusta è europea ma quella attuale è inadeguata. Il sistema di solidarietà attuale non funziona. Porteremo avanti una profonda riforma di Dublino”.

Lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, all’uscita dall’incontro all’Eliseo con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“L’Italia ha avuto arrivi massicci di migranti. Ma se l’Italia nei 4 primi mesi del 2018 ha avuto 18.000 domande d’asilo, la Francia ne ha avute 26.000”.

“Lo scambio che abbiamo avuto hanno permesso convergenze su diversi temi, la cooperazione fra i nostri due paesi è indispensabile, essenzialmente su immigrazione e zona Euro”, ha aggiunto.  “I temi dei migranti e dell’eurozona sono un test per l’Europa e un test per i nostri paesi. L’Ue negli ultimi anni ha mancato di solidarietà ed efficace”,.

“Lo scambio che abbiamo avuto hanno permesso convergenze su diversi temi, la cooperazione fra i nostri due paesi è indispensabile, essenzialmente su immigrazione e zona Euro”.

“La Francia e L’Italia devono affrontare quest’emergenza migranti e dobbiamo dare risposte insieme. C’è una comune responsabilità e una comune volontà di agire, di avere più umanità e più efficacia”.

“C’è una volontà di lanciare iniziative concrete che consentano di prevenire questi flussi, e di avere una risposta umanitaria che deve iniziare prima che queste persone prendano il mare”.

Il premier Giuseppe Conte ha proposto a Macron l’istituzione di centri hotspot (le strutture per l’identificazionedei migranti che vogliono presentare richiesta d’asilo) direttamente nei Paesi africani d’origine – non solo la Libia ma anche quelli sahariani, come il Niger – per chiudere la rotta verso il Mediterraneo tutelando, al tempo stesso, le vite di chi si mette in viaggio verso l’Europa.

Positiva la reazione di Parigi: “Lo scambio che abbiamo avuto hanno permesso convergenze su diversi temi, la cooperazione fra i nostri due paesi è indispensabile, essenzialmente su immigrazione e zona Euro”, ha sottolineato Macron al termine dell’incontro.