Aquarius. Salvini. “Far arrivare i soldi agli africani, non solo ai governi”

663

Agenpress – “L’Aquarius approda in Spagna. Per la prima volta una nave partita dalla Libia e destinata in Italia attracca in un Paese diverso: segno che qualcosa sta cambiando, non siamo più gli zerbini d’Europa”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini su Facebook. “Stiamo facendo qualcosa di assolutamente normale, stiamo difendendo i confini nazionali, come promesso in campagna elettorale”, ha sottolineato poi in un convegno a Seregno (Monza-Brianza).

Il governo italiano promuoverà interventi di sviluppo in Africa, per arginare l’immigrazione verso l’Europa”, ha poi detto durante un comizio in vista dei ballottaggi. Salvini non ha aggiunto dettagli, spiegando però di voler “senza armi, col sorriso e con le leggi, costruire strade e scuole in Africa per permettere ai loro figli di crescere nelle loro civiltà e ai nostri di crescere tranquilli”. “Ci stiamo lavorando”, ha risposto Salvini ai giornalisti.

“Non stiamo facendo niente di eccezionale ma qualcosa di assolutamente normale, forse erano disabituati. Stiamo facendo quello che avevamo promesso prima delle elezioni: stiamo proteggendo i confini nazionali. Lo facciamo educatamente ma è finita la pacchia per i trafficanti di esseri umani che stanno facendo far soldi alle cooperative. Obiettivo è che entri in Italia chi ne ha diritto”, ha aggiunto Salvini.

 “E’ finito il tempo del signorsì, signor padrone. Visto che paghiamo, accogliamo chi vogliamo”, ha detto ancora il ministro dell’Interno. “Se dopo gli spagnoli, arriveranno i francesi, i portoghesi e i maltesi – ha aggiunto – noi saremmo le persone più felici del mondo. Ringrazio il governo spagnolo, ma mi auguro che ne accolga altri 66.629, e spero che arrivino anche i portoghesi e i maltesi”, ha precisato Salvini.

Parlando di diverse questioni sul tavolo europeo, dai migranti alla sicurezza, all’agricoltura, il ministro dell’Interno ha quindi precisato: “Non siamo mai stati così centrali e ascoltati, al prossimo Consiglio europeo saremo i protagonisti principali, non comparse, adesso se l’Europa c’è ci aspettiamo che passi dalle parole ai fatti”.

Alla domanda se il governo stia lavorando a un piano per l’Africa, Salvini ha risposto: “Stiamo lavorando su come spendere meglio in Africa i soldi, che finora non sono arrivati agli africani ma ai governi”.