Bekeart. Paolo Capone, Leader UGL: “Chiusura inaccettabile e senza preavviso”

781

Agenpress. “È inaccettabile mandare a casa 318 persone senza un congruo preavviso. La decisione presa dall’azienda belga non ha rispettato gli impegni accordati lo scorso anno con i lavoratori, i sindacati e le istituzioni.

Da stabilire, quindi, il reale calo delle commesse e della produttività dello stabilimento, tale da far perdere il posto a centinaia di lavoratori, arrecando così un grave danno al territorio e a decine di famiglie.” – Ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito all’annuncio di chiusura della Bekeart Group con sede a Figline Valdarne a Firenze, in cui si producono rinforzi in acciaio per pneumatici. –

“Il Governo deve agire per limitare questo atteggiamento predatorio da parte delle multinazionali estere, al fine di tutelare i diritti dei lavoratori.” Conclude Capone.