Bruxelles. Macron. Non prendiamo lezioni da nessuno. Merkel: accordi bilaterali

1036

Agenpress – La Francia “non prende lezioni da alcuno”, ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron nel vertice di Bruxelles sui migranti.  “Non ci dimentichiamo mai chi siamo e da dove veniamo, non ci dimentichiamo mai i nostri principi e i nostri valori e su questo punto sono” irremovibile, e cerchiamo “l’efficacia” nelle soluzioni “perché siamo garanti della coesione dei nostri popoli. Dobbiamo trovare una soluzione europea sui migranti – ha aggiunto il presidente francese – e si costruirà solo attraverso la cooperazione dei Paesi dell’Ue, che si tratti di una collaborazione a 28 o tra più Stati che decidono di andare avanti assieme. Questo richiede la responsabilità di ciascuno e spirito di solidarietà per condividere il peso che alcuni Paesi conoscono”.

“Di incontro molto importante” per trovare “accordi bilaterali e trilaterali” sul tema della migrazione, parla Angela Merkel, per la quale “l’aspettativa è che si possa trovare una soluzione comune in questi giorni”,

“Sappiamo che non esiste ancora una soluzione europea, e non ci sarà una soluzione a livello dei 28 Stati membri su un pacchetto d’insieme, quindi si tratta di trovare accordi bilaterali, di come possiamo aiutarci a vicenda e trattarci reciprocamente in modo equo e onesto”, ha sottolineato Merkel.

La Cancelliera pensa in particolare a paesi come l’Italia, la Grecia o la Bulgaria, che a causa della loro posizione geografica, hanno da anni sopportato l’onere più pesante in termini di accoglienza dei migranti. La discussione dei leader a Bruxelles verte “sulla migrazione primaria, vale a dire sugli arrivi dei migranti in Ue”, ma anche “sui loro movimenti secondari”, ha ricordato Merkel. Proprio sui movimenti secondari, ovvero gli spostamenti dei migranti tra un Paese e l’altro dell’Unione, Merkel è sotto pressione in Germania, con il ministro dell’Interno, il bavarese Horst Seehofer, che intende procedere ai respingimenti decisi a livello nazionale se non si troverà un accordo in Ue.