Unicredit pronta a cedere 3 mld di Npl

1572

Agenpress. Unicredit si prepara a vendere almeno 3 miliardi di euro di non performing loans in diverse tranche. È quanto riporta Bloomberg sottolineando che l’indiscrezione arriva da fonti vicine al dossier. Nessun commento é, invece, giunto da Unicredit.

Più nel dettaglio, la banca italiana sarebbe pronta ad analizzare le offerte finali per la cessione di una tranche di debiti non garantiti 700 milioni di euro, un piano chiamato Narciso, e prevede di portare a termine la vendita il prossimo mese. L’istituto starebbe anche cercando i compratori per altri due portafogli, battezzati Torino e Milano, che insieme sono pari a 1,8 miliardi di euro.

Il pacchetto denominato Milano ha circa 800 milioni di debiti garantiti di pmi, mentre Torino include 1 miliardo di euro di prestiti, prevalentemente non garantiti. Sempre in base alle notizie raccolte da Bloomberg, la banca guidata dall’ad, Jean Pierre Mustier, punta a vendere circa 500 milioni di euro di debiti deteriorati in piccole quote, in questo caso si tratta di prestiti fatti a grandi società la cui solidità si è indebolita nel tempo.

“L’aumento delle cessioni di crediti in sofferenza va nella direzione stabilita da Mustier “, ha detto Nicola Maino, gestore di fondi presso Carthesio SA, una società di investimento con sede a Lugano che gestisce circa 1 miliardo di franchi svizzeri (1 miliardo di dollari). “La decisione della banca di portare avanti le cessioni mostra ora che l’incertezza politica dell’Italia sta avendo un impatto limitato sul mercato dei prestiti in sofferenza. I rendimenti sono ancora molto interessanti per i potenziali acquirenti “.

Unicredit starebbe cercando di ampliare la sua collaborazione con Aurora Recovery Capital per ristrutturare e potenzialmente rifinanziare 3 miliardi di euro di npl, ma Aurora non ha commentato.