Infortuni. Paolo Capone, Leader UGL: “Escalation di morti bianche, una strage continua”

366

Agenpress. “L’Ugl si stringe al dolore della famiglia dell’operaio morto oggi in un cantiere della Valtellina. Siamo in presenza di una escalation di morti bianche: è una carneficina per cui è necessario intensificare i controlli sui luoghi di lavoro e inasprire le sanzioni per chi non rispetta le regole.

Per questo, reputo la formazione uno strumento indispensabile a partire dalle scuole di primo e secondo grado. È inoltre necessario aprire un dialogo tra gli addetti alla sicurezza, i vertici aziendali, i lavoratori stessi e gli organi di vigilanza per incentivare una maggiore cultura della prevenzione.”

– Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito all’incedente in cui stamane ha perso la vita un lavoratore di 55 anni a Talamona. – “L’Ugl continua la sua lotta attraverso il tour ‘Lavorare per Vivere’, volto a sensibilizzare i cittadini e le Istituzioni a una maggiore cultura della sicurezza sul posto di lavoro.”