Ilva. Labriola (FI). Mittal accetta le nuove condizioni e Di Maio annulla la gara? E’ cabaret a 5 stelle

627

Agenpress – “Sul rischio, sempre più concreto, di un annullamento della gara per la cessione di Ilva ad Arcelor Mittal, il Governo ha il dovere di usare la massima trasparenza. La vicenda dell’acciaieria tarantina riguarda tutto il Paese, che ha investito negli anni immense risorse pubbliche per mantenere in vita il gigante malato, riguarda i lavoratori e una città, che convive da tempo con una situazione di inquinamento ambientale emergenziale. Di Maio venga in Parlamento e dica in primo luogo se l’obiettivo di Palazzo Chigi sia quello di rilanciare o di chiudere l’Ilva. Lo aspettiamo con il piano industriale, con quello ambientale, con le proposte migliorative dell’acquirente. Ci dica come vuole procedere, in quale direzione, in che tempi e con quali risorse, ci spieghi anche come pensa di pagare i debiti con l’indotto e mettere al sicuro i lavoratori diretti e indiretti, e in ultimo, ma non ultimo, come tutelare il diritto alla salute di una intera cittadinanza. Di Maio ci metta la faccia e giochi una volta per tutte la partita a carte scoperte, nell’interesse degli italiani. Esiste un piano alternativo, credibile e perseguibile alternativo a quello del salvataggio? Il ministro ce lo illustri. Non possiamo permetterci il rischio di fare saltare il banco senza avere un piano B attuabile”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia.